Ago bianca e... uno e basta - Foto di scena (2008)

Ago bianca e… uno e basta – Foto di scena (2008)

Un uomo e una donna, il loro incontro e poi dei piccoli esserini, che nulla sanno del proprio presente, figuriamoci del futuro. Parlano, litigano, giocano, fino a quando, per caso, scoprono che la realtà è ben diversa da quella che hanno immaginato fino a quel momento!
Riusciranno degli stupidi spermatozoi a organizzarsi per cambiare il corso delle cose?

Il versatile Michele La Ginestra veste i panni di Agostino, un tipo un po’ imbranato che ha trascorso l’infanzia, la pubertà e la post adolescenza fra robot e cartoni animati. Ma i raggi fotonici e i missili supersonici non possono aiutarlo a combattere quella parte di sé con cui è da sempre in lotta: Mister Testosterone (interpretato da Marco Zadra).

Adesso che ha trentacinque anni la mancanza di una storia d’amore si fa sentire
, ci vorrebbe una donna intraprendente, capace di fare il primo passo. E Bianca (Beatrice Fazi) è proprio il tipo giusto, tanto che farà anche il secondo e il terzo! Il pubblico insieme a Mister Testosterone fa il tifo per Bianca, ma le sorti di questa storia scintillante e divertente verranno tessute da un folto gruppo di minuscoli esserini: gli spermatozoi. Non sono futuri bambini, non sono davvero fratelli, non si rivedranno fuori. La loro esistenza è una gara in corsa: vincerà il più veloce, il più bravo, il più selezionato. Ma se, per una volta, la corsa per la vita si giocasse seguendo altre regole? E se il traguardo fosse tagliato dallo spermatozoo più debole, più lento, magari lo zoppo del gruppo?