Locandina

Locandina

Al centro della piéce il personaggio di Stefano, un uomo che trascorre i suoi giorni in uno stato di calma apparente, senza scossoni e soprattutto senza nulla che lo distolga dalle sue abitudini, fino a quando un giorno scopre di poter parlare con il proprio fegato…

Già gli antichi aruspici usavano interrogare i disegni presenti sul fegato degli animali sacrificati per conoscere il futuro, ma qui il fegato è protagonista vivo e pulsante. Dall’incontro con questo magnifico organo in scena si propone un escalation di avvenimenti e comicità che condurrà lo spettatore nell’inconscio dei personaggi che si mostreranno per quello che sono, uomini e donne a volte banali, a volte profondi, divertenti, tristi e ironici, buffi e sorprendenti, un po’ come la vita.