Guerra di bugie - Foto in locandina

Guerra di bugie – Foto in locandina

Dopo i successi di testi come “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi” (sulle scene dal 1994) e “Chi l’ha detto che gli uomini preferiscono le bionde”, una nuova commedia di Rosario Galli e Carlo Prinzhofer.

Un tema importante come la “menzogna” viene affrontato con il solito umorismo cinico e spietato, da parte dei due autori, realizzando uno spettacolo che riesce a divertire e commuovere.

Commedia a tempo di danza sulla scena della guerra eterna: padri e figli, vecchi e giovani, bugiardi e… bugiardi.

Commedia costruita sul più antico – e perciò più perfetto – meccanismo della sorpresa, degli equivoci, del rovesciamento, “Guerra di bugie” mette in scena il piccante intreccio di generazioni diverse che hanno in comune solo la smania e la fatica di crescere.

In una Roma che vorrebbe essere Parigi, ma sembra sempre prostrata dallo scirocco, trotta e poi galoppa – con un occhio a Feydeau e un orecchio a Woody Allen – l’intreccio ironico e impietoso dei quid pro quo.