Stefano rimane bloccato in aeroporto e arriva al suo matrimonio con un giorno di ritardo. È pronto ad affrontare la rabbia della sposa, invece fa una scoperta sconvolgente: è stato assunto un figurante e il matrimonio è stato celebrato senza di lui.

La situazione diventa sempre più incredibile perché pian piano tutte le persone coinvolte nella cerimonia – dalla Wedding Planner alle due madri, dal suo testimone al prete, fino a un’imbucata – si rivelano, in fondo, interessate solo a se stesse.

Una satira esilarante, cinica e veloce, nella quale tutti i luoghi comuni sul matrimonio e sull’amore sono capovolti: a volte guardare le cose al contrario è l’unico modo per capirle.