accompagno-img

“L’accompagno” non è soltanto un’espressione garbata da dire a qualcuno che sta camminando da solo, ma è anche la contrazione della frase “assegno di accompagnamento”, un sostegno economico previsto dallo Stato a persone con un alto grado d’invalidità.

Nella nuova commedia scritta e diretta da Roberto Marafante, “L’accompagno di papà”, questo assegno fa comodo a Lucia, giovane donna divorziata e licenziata, per sé e per il suo vecchio genitore con il quale condivide ormai casa e pensione.

Fa comodo al dottor Mario Magnesio, burocrate a cui Lucia si è “concessa” per sveltire le pratiche di richiesta dell’assegno. Fa comodo a suo fratello Gino che, tornato a casa da Berlino, non ha più voglia di tentare la fortuna all’estero. Insomma tutti sperano di vivere ancora sulle spalle del vecchio genitore.

C’è però un piccolo giallo che da il via alla commedia: non si trova più papà!