Locandina

Locandina

Il viaggio verso una meta è in fondo un viaggio alla ricerca di se stessi.

Sei  personaggi alla ricerca di ciò che manca alla loro vita. Tutti trovano “Last Minute” un biglietto per la Thailandia per cercare lì ciò che hanno già dentro sé.

Ognuno di noi non fa che percorrere le strade del mondo guardandolo con gli stessi occhiali che ha indossato prima di partire.
Certamente non può essere la località di destinazione che ci può magicamente trasformare, anzi lì si vedrà la realtà nello stesso identico modo con la quale la si osservava nel posto di partenza.

Così “il palazzinaro” cercherà di fare affari anche in Thailandia, l’attivista di sinistra cercherà di portare i suoi ideali tra la gente del popolo asiatico tentando di risuscitare un orgoglio sopito da secoli di schiavitù, il macellaio cercherà di circuire ragazze ancora adolescenti portando con sé la sua rozzezza e il suo desiderio carnale mai sopito, forse alla base della separazione con la moglie, il sacerdote in crisi di coscienza e in conflitto con le autorità ecclesiastiche troverà forse le risposte alle sue domande esistenziali irrisolte.

Soltanto il comandante dell’aereo e la sua hostess troveranno compiuto il loro desiderio di amore autentico mai appagato fino ad allora.
Ma proprio quando questo viaggio aveva fatto nascere finalmente l’amore tra questi due sofferenti e delicati personaggi e gli spettatori si apprestavano a partecipare ad un finale a lieto fine, ecco il sopraggiungere dello Tsunami che distrugge questo sogno d’amore. Solo il comandante si salva e piange disperatamente la sua hostess con la quale aveva capito di voler vivere tutta la sua vita.

Si intravede in questo finale, la parafrasi della condizione umana che ti porta ad essere spesso consapevole di non poter quasi mai realizzare ciò che veramente vuoi nel profondo di te stesso.

Last minute è la formula di viaggio che consente il maggior risparmio sulle mete internazionali ed esotiche in particolare. Last minute è anche l’ultimo minuto possibile, gli ultimi e imprevisti sessanta secondi a disposizione per ripercorrere e rivalutare la propria esistenza, prima che un evento inaspettato chiuda la parentesi, comunque sia andata. È un viaggio, tra risate e riflessioni, nelle distorsioni della contemporaneità.