L’eredità dei Lauri – foto di scena

La famiglia dei Lauri perita al completo in un incidente aereo, è costretta a vagare sotto forma di fantasmi nella villa di sua proprietà con annesso parco naturale e sarà libera da vincoli terreni sino al momento in cui torneranno alla luce i resti dei loro corpi che da tempo giacciono dimenticati in un aereo caduto in fondo al mare. I Lauri sembrano accettare di buon grado l’attuale  sistemazione a “tempo indeterminato; d’altronde essendo la proprietà disabitata e, non essendoci eredi designati , il parco è divenuto da tempo patrimonio demaniale. Il  sindaco  e sua figlia, naturisti convinti, proteggono l’incolumità  e l’impenetrabilità della  villa, sede di una biblioteca di immenso valore  che nei loro progetti futuri dovrà essere restaurata e restituita al paese affinché possa divenire un centro culturale d’importanza mondiale.

I Lauri sono contenti del progetto che porterà il loro nome, ma non hanno fatto i conti con un ricco imprenditore senza scrupoli che riesce a corrompere la maggioranza del consiglio comunale ed a dar via ad una delibera che prevede l’abbattimento della loro proprietà ed il passaggio attraverso il parco di un’autostrada  con annesso centro commerciale. Però non ha fatto i conti con la caparbietà dei fantasmi che, con vari stratagemmi e con l’aiuto inconsapevole del sindaco e della figlia, cercheranno di ostacolare in tutti i modi l’infame tresca che rischia di sfrattarli dal loro rifugio terreno. Daranno  via ad una serie di situazioni divertenti, ma come andrà a finire? Vincerà la natura o il cemento?