Pensione o' Marechiaro - foto di scena

Pensione o’ Marechiaro – foto di scena

(commedia in 2 atti per 5 uomini e 6 donne)

La vicenda della commedia si svolge tutta nella portineria di una pensione a due stelle e prende inizio dall’arrivo di due clienti milanesi, Carla e Mario Altomiri, i quali hanno deciso di trascorrere un breve periodo di ferie a Genova.

L’elemento intorno al quale ruota tutta la commedia è la profonda avversione che la signora Altomiri nutre nei confronti del popolo napoletano, infatti, nel momento in cui la stessa scopre che i gestori della pensione sono napoletani, comincia ad avere delle crisi di panico…

Gennaro Esposito, titolare della pensione insieme alla moglie Annunziata, la figlia Diega Armanda, la cognata Immacolata, ed infine il professore Eduardo Caracciolo, sono l’emblema della napoletanità, proprio quella peculiarità che Carla Altomiri “odia profondamente” e con la quale si ritroverà alla fine, suo malgrado, a dover “fare i conti”. Oltre ai citati ospiti, trattandosi di una pensione, altri avventori si avvicendano sulla scena: la Contessa Marisa De Santis (nobile decaduta), suor Angela e suor Teresa (due suore di un convento del Monferrato), il sultano A-Stia-nat con il segretario Abel-Aziz, la cui presenza risulterà, alla fine, di fondamentale importanza per l’intreccio e la conclusione degli avvenimenti.

La trama è tutto un susseguirsi di colpi di scena, i vari personaggi che offrono allo spettatore un quadro, a volte surreale, risultano originali e volutamente rispecchiano le caratteristiche della gente comune, individuabili nel vissuto “dell’uomo qualunque”. Proprio la possibilità offerta allo spettatore di potersi identificare in quasi tutti i personaggi della commedia o di ritrovare elementi caratteriali di un vicino, di un conoscente, di un parente, rende la commedia Pensione ‘o Marechiaro assolutamente attuale, anzi quasi sincronica, oltre che divertente e di piacevole fruizione.

Pensione o’ Marechiaro è stata rappresentata in quasi tutte le regioni italiane da molte compagnie, tra cui Munix di Roma, Il Sipario di Mondragone, Sognando la Ribalta di Bari, I Mattattori di Varese, Edoardo Scarpetta di Gioia Sannitica, Il Carro di Perugia etc.